Mara - Livellatrici Laser

Tecnologia GPS

gps_mara

Sistema GPS: ± 10 mm di precisione

Il sistema GPS (Global Position System) è nato nel 1973 negli USA e nel 2000 il suo utilizzo è stato liberalizzato per gli usi civili dal governo americano. Per fare ciò è stata collocata nello spazio una rete di 31 satelliti artificiali, che girano intorno alla terra ad altezze diverse, i quali trasmettono la loro posizione a tutti i ricevitori GPS. Il ricevitore GPS capta i segnali dei satelliti che danno la posizione orizzontale del ricevitore sulla terra (longitudine e latitudine).

Negli ultimi anni si è ottenuto, attraverso software dedicati, una precisione elevata intorno a ± 10 mm, anche nell’elevazione (nell’indicazione della posizione verticale), grazie al sistema RTK (Real Time Kinematic), che dà il posizionamento in tempo reale e alla frequenza elevata dei segnali trasmessi (circa 10 hertz).

Scopri il funzionamento e i componenti del sistema GPS

Le macchine MARA funzionano anche con i sistemi GPS e sono compatibili con tutti i sistemi GPS in commercio. Il funzionamento delle livellatrici MARA GPS è uguale a quello con i sistemi laser, ad eccezione del fatto che l’altezza di riferimento viene fornita direttamente dal GPS. Il sistema GPS può essere utilizzato per creare un piano orizzontale, con 1 o 2 pendenze, con pendenze variabili o con pendenze programmate attraverso un software. Le livellatrici MARA, controllate dal sistema GPS, ricevono i segnali che definiscono il piano dai satelliti e lo copiano a terra. La diversa precisione che si ottiene con questa tecnologia rispetto al laser è dovuta alla minor precisione intrinseca dei sistemi GPS, soggetta anche a variazioni periodiche legate al cambio di costellazione dei satelliti ogni 12,5 minuti. Il sistema GPS offre, per contro, una grande flessibilità di impiego, in particolar modo su terreni di grandi dimensioni e con pendenze diverse, ed è utilizzato anche in altri tipi di lavorazione sia in campo agricolo, sia per costruzioni civili e per grandi movimenti di terra.

Il sistema GPS è dotato di un ricevitore (base mobile) posto sulla livellatrice che corre sul campo e di un ricevitore fisso (base statica) di riferimento in differenziale, ovvero che definisce la differenza di spostamento tra la stazione mobile e quella fissa. Nella cabina, a fianco dell’operatore, è posizionato uno schermo (pc embedded – pc industriale) che elabora i dati trasmessi dal ricevitore mobile (via cavo) e dal ricevitore fisso (via radio) e manda un comando elettroidraulico che controlla l’altezza della lama, consentendole di eseguire il piano sul terreno. Questo permette di avere precisioni di posizionamento orizzontali e verticali intorno al centimetro, alla distanza massima di 5 km tra i due ricevitori. Più la distanza tra i due ricevitori aumenti, oltre i 5 km, minore sarà la precisione.